Pulire in allegria ovvero tenersi in forma a costo zero

bellepdf16-2 copiaRivista VanityStyle: http://www.sfogliami.it/flip.asp?sc=250l127h1a4ad8k66urhse5ok6s7ro5q&ID=117949#page/1 ((per vedere copiare ed incollare)

 2-1433064174

3040_112215740254

Il denaro non può comprare la salute, ma mi accontenterei di una sedia a rotelle tempestata di diamanti.

Dorothy Parker

 

 

Pulire in allegria ovvero tenersi in forma a costo zero

vanitystylemag

belle631

BENESSERE E SALUTE

Pulire in allegria ovvero tenersi in forma a costo zero

Pulire in allegria ovvero tenersi in forma a costo zero

Poche di noi le amano, la maggior parte le fa malvolentieri, alcune le odiano proprio. Di cosa stiamo parlando, ma chiaramente delle nostre faccende domestiche giornaliere.

Io alle volte le faccio di buon grado, mi rilassano molto. Alle volte invece le odio proprio!!!

Questo rapporto conflittuale che abbiamo tutte noi, con la nostra vita di casalinghe disperate può essere meglio sopportato, sapendo che questa routine quotidiana, se fatta con impegno e dedizione ci porterà a un miglioramento fisico. La prova costume è ancora lontana, e allora perché non iniziamo adesso a stare in forma nella nostra casa, con il vantaggio di tenerla pulita e in perfetto ordine.

Abituiamoci a considerare questa routine non come un lavoro noioso e fine a se stesso. Sfruttiamolo invece nelle sue svariate attività come se fossimo in una palestra per tenerci in forma.

Potenzieremo così tutti i muscoli del corpo, con un consumo calorico elevato, equivalente a una seduta ginnica. A confermare questa tesi ci sono diversi studi. Quindi perché non unire l’utile al dilettevole.

 Mettiamoci allora il nostro grembiule e riscopriamo con nuova gioia queste nostre molteplici mansioni.

Pulire in allegria ovvero tenersi in forma a costo zero

Pulire in allegria ovvero tenersi in forma a costo zero

Pulire in allegria, possiamo sintetizzare così, con un occhio alla bilancia per vedere se riusciamo a eliminare quei fastidiosi chiletti di troppo, senza spendere soldi.

Le attività che giornalmente svolgiamo, senza saperlo ci portano a tenere in attività varie parti del nostro corpo.

Pulire in allegria ovvero tenersi in forma a costo zero

Pulire in allegria ovvero tenersi in forma a costo zero

Per quelle che hanno bambini, il raccogliere giocattoli da terra ci porta a modellare i glutei, spazzare o lavare i pavimenti contribuisce a rassodare i tricipiti e le cosce, strizzare lo straccio ci irrobustisce l’interno coscia, mentre se vogliamo tonificare i pettorali, non abbiamo che da pulire i vetri.

Tutte queste attività quante calorie ci fanno consumare, questa è la domanda più ovvia che tutte ci poniamo? Guardando svariati siti internet, ci sono proposte molteplici tabelle, poiché ognuna di noi secondo il peso o altri fattori ha un consumo calorico differente.

Possiamo dire in termini generali che lavare i pavimenti per un’ora ad esempio aiuta a smaltire ben 238 kcal (una tavoletta di cioccolato o due bicchieri di vino). Lo stesso risultato in palestra si ottiene con un’ora di cyclette o con un’ora e dieci di pesi.

Lo slogan potrebbe essere il seguente: Pulire in allegria ovvero tenersi in forma a costo zero.

Ecco una mezz’ora giornaliera di Desperate Housewives, quanti ci porta a smaltire:

Annaffiare le piante: 131 calorie
Cucinare: 50 calorie
Cucire: 15 calorie
Dedicarsi al giardino: 90 calorie
Fare il letto: 150 calorie
Fare la spesa: 147 calorie
Fare il bucato a mano: 50 calorie
Lavare i piatti: 76 calorie
Lavare i vetri: 250 calorie
Passare l’aspirapolvere: 120 calorie
Salire le scale con le buste della spesa: 260 calorie
Sbattere il tappeto: 115 calorie
Spolverare: 75 calorie
Spostare i mobili: 80 calorie
Stendere i panni: 72 calorie
Stirare: 90 calorie.

ALTRI POST BENESSERE E SALUTE

HOME PAGE VANITY

 

http://issuu.com/vanitystyle (per vedere copiare ed incollare)

https://www.facebook.com/vanitystyleB (per vedere copiare ed incollare)

 

 

Pulire in allegria ovvero tenersi in forma a costo zeroultima modifica: 2016-01-29T11:57:34+01:00da belle631
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento